fbpx
Chiudi
logo
Gruppo Lo Conte

Il Gruppo Lo Conte è leader in Italia nella produzione di farine speciali e preparazioni per dolci.


I Nostri Marchi
Un pane “speciale” fatto in casa: pane al grano saraceno

Il pane al grano saraceno, naturalmente senza glutine, ha un sapore rustico e robusto ed un basso indice glicemico. Scopriamolo insieme...

Dal sapore rustico e robusto, naturalmente privo di glutine: il pane realizzato con farina di grano saraceno è un prodotto da forno ideale per tutti, per coloro che devono seguire una dieta gluten free, così come per coloro che desiderano arricchire la tavola con nuovi sapori e variare la propria alimentazione. Infatti, il pane al grano saraceno è ricchissimo di minerali, contiene molte fibre ed ha un indice glicemico basso rispetto al pane tradizionale, tutte qualità che lo eleggono a pane del benessere.

Il pane al grano saraceno

Pane al grano saraceno

Comunemente detto “grano” saraceno, in realtà questa pianta non è un cereale, ma le caratteristiche nutrizionali e il suo impasto lo rendono accumunabile alle graminacee (orzo, riso, mais, farro, etc.). Tra le tante farine presenti sul mercato, troviamo la Farina integrale di Grano Saraceno BIO, dal classico colore scuro, integrale quindi ricca di fibra, vitamine e sali minerali (vitamina A e vitamine B1, B2, B3, B5, B6. Zinco, magnesio, ferro). In più, come anticipato, ha un basso indice glicemico, pari a 40 (mentre le altre farine hanno un indice glicemico che si aggira intorno agli 85).

Aspetto non da poco. L’indice glicemico è quel un parametro che classifica gli alimenti in base alla loro influenza sul livello di “zucchero/glucosio” nel sangue. Il pane al grano saraceno fa aumentare il glucosio nel sangue molto più lentamente, a parità di quantità, del pane classico (fatto per esempio con farina di grano tenero). Per questo motivo è preferito in un regime alimentare favorevole al mantenimento di una buona linea.

Panificare col grano saraceno

Fra le molte ricette possibili di pane, alcune vedono il grano saraceno in purezza, per un pane molto rustico, altre lo vedono miscelato con farina di riso (anch’essa naturalmente priva di glutine) per addolcire il sapore. In altre ancora si può trovare l’aggiunta di una piccola percentuale di farina di grano tenero (per chi non necessita di seguire una dieta senza glutine) per una panificazione più simile a quella del pane classico.

Nelle ricette nelle quali è usato in purezza, viene quasi sempre utilizzata una minima dose di olio extravergine come componente grassa che aiuta a rendere il prodotto più soffice.

La lievitazione, come in ogni preparazione, dipende da diversi fattori, fra cui essenziale è il calore dell’ambiente, ma vale sempre la regola per cui occorre aspettare che l’impasto raddoppi il suo volume. Lievito di birra o lievito  madre dipendono dalla ricetta che si vuol seguire. Per le preparazioni casalinghe usualmente si preferisce il lievito di birra sciolto in acqua a temperatura ambiente al quale si aggiunge un po’ di miele per dare a quest’ultimo una “spinta” maggiore.

Abbinamenti del pane al grano saraceno

L’aroma del pane al grano saraceno lo fa ben sposare con zuppe di legumi tradizionali, ma anche con verdure grigliate e, per chi non può resistere ai salumi, con affettati dolci come il prosciutto cotto o la fesa di tacchino arrosto.